• Mino

“Non ci può essere amore se non si è se stessi con tutte le proprie forze” 

Lettura per bambini e ragazzi della scuola primaria

La storia di Mino, diminutivo più colloquiale di Cosimo Piovasco di Rondò di Villa Ombrosa è di quelle che affascinano. Per sfuggire ad una punizione inflittagli dai suoi educatori, il giovane Mino decide di salire su un albero per non ridiscendere mai più. La sua bizzarra condizione è per lui motivo di orgoglio e non gli impedirà di crescere, vivere ed innamorarsi.

Con una modalità leggera che è propria di Calvino si passa dalla storia del giovane baroncino Cosimo a quella del terribile brigante Gian dei Brughi toccando uno dei tempi che da sempre tristemente accompagnano la storia dell’uomo: la guerra.

La lettura affronta il delicato tema del rapporto con la famiglia, descrive perfettamente la delicata fase dell’adolescenza e ci ricorda che ognuno è artefice del proprio destino, perché la conquista di ciò che si desidera può avvenire solo con costanza e determinazione.

Liberamente tratto da Il Barone Rampante di Italo Calvino.

La proposta prevede la presenza di un attore. Si presta a rappresentazioni itineranti nel bosco e in spazi aperti.

Durata: 50 minuti circa

©dacquadolce - C.F. 95117250134 - P.I. 03544190139
privacy - cookies - site by Progetti Astratti